Pesce d’aprile! Ma no era vero!!! Si parte sabato 2.

 

Pesce d’aprile, ma alla fine era vero. Tutto pronto per partire alle 4 e 30 questa mattina 1 aprile! Alle 19 e 30 ieri il messaggio: volo sospeso per Parigi! Subito un giro di telefonate. Poi alla fine la verità: causa sciopero a Parigi non si può volare! E allora avvisa tutti… poi alle 21 fine: tutti avvisati! Questa mattina il messaggio: confermata partenza  da airfrance per domani: per fortuna che domani è il 2 aprile! Nonno Luciano è partito da Torino ora ha telefonato da Parigi. O ci aspetta a Parigi e ci vediamo a Duala.  

          Se avete voglia leggete questo comunicato di Daniela su container e zainetti. E’ uscito su Il Cittadino.

“La missione è “passione per Gesù Cristo” e nello stesso tempo “passione per la gente “.

Davanti a Gesù Crocifisso riconosciamo la grandezza del suo amore che ci dà dignità e ci sostiene.”     Papa Francesco

Le parole di Papa Francesco sono state sicuramente fonte di ispirazione per i volontari del Pozzo di San Nicola della Parrocchia S. Nicola di Sestri che, per il 20° anno consecutivo, sono riusciti a riempire un container con 12.550 Kg di cui 11.433 di generi alimentari. Mercoledì 23 marzo, alle ore 6.30, il container è stato caricato e portato al Porto di Voltri da dove partirà il 2 aprile e, dopo circa 40 giorni di navigazione, raggiungerà la missione dei Padri Agostiniani Scalzi di Cebu City nelle Filippine. Qui il missionario, Padre Luigi Kershbamer, è pronto a riceverlo e a condividerne il contenuto con le famiglie bisognose che gravitano attorno al seminario e alla missione.

“Quest’anno”, afferma il responsabile, Tacchino Francesco, che ha curato quest’operazione assieme all’altro volontario, Salvatore Montana, “non è stato facile reperire il necessario per riempire il container che di solito viene spedito alle missioni per Natale. La crisi economica che le famiglie vivono si riversa anche sul volontariato e sulla carità. Lo sconforto e lo scoraggiamento che , in alcuni momenti, sono stati forti sono stati vinti dalla generosità dei soliti benefattori e da tante raccolte fatte sia dagli amici di Padre Luigi di Masone, che dai Rangers della Madonnetta e di Sestri, che dai parrocchiani di S. Nicola e, alla fine, sono state raggiunte le tonnellate giuste.”

In particolare sono stati confezionati:  Kg. 2245 di pasta, Kg. 1126 di riso, Kg.1681 di pelati, Kg. 278 di tonno, Kg. 433 di zucchero, Kg. 377 di olio, Kg. 145 di marmellata, Kg.747 di legumi, Kg. 236 di farina, Kg. 85 di carne in scatola, Kg. 229 di biscotti, Kg. 80 di alimenti per l’infanzia, Kg. 3891 di alimentari vari. Inoltre: Cancelleria Kg. 413, Indumenti Kg. 143, Scarpe Kg. 107, Vari Kg. 334.

Hanno collaborato alla realizzazione di questo ennesimo sogno aziende e benefattori  di Genova Savona, Vercelli, Parma, Amici di P.Luigi dal Trentino, la S. Vincenzo della Parrocchia di S. Nicola di Sestri, la Comunità Agostiniana della Madonnetta, il “Gruppo di preghiera” della Madonnetta,  il gruppo Ranger di Sestri e Madonnetta, e tanti parrocchiani di S. Nicola di Sestri.

Questo sogno era iniziato 20 anni fa quando, Padre Modesto Paris, allora parroco della Parrocchia S. Nicola di Sestri, era stato chiamato a Roma dall’allora Provinciale, Padre Eugenio Cavallari, il quale gli aveva affidato proprio il delicato compito di aiutare le missioni di P. Luigi con un container: all’inizio era sembrato un compito impossibile ma, grazie alla costanza di tanti, si ripete ancora oggi.

Ma non finisce qui, infatti da 5 anni a questa parte P. Modesto e le realtà che gravitano attorno a lui, ossia il Movimento Rangers e Millemani per gli altri, si stanno impegnando a favore delle altre missioni dei Padri Agostiniani Scalzi, quelle a Bafut, in Camerun. Il nuovo missionario che da quest’anno guida la missione, Padre Doriano,  ha continuato sostanzialmente il lavoro del suo predecessore, Padre Renato, preoccupandosi sia di mantenere il seminario che la scuola con 800 bambini. In particolare da 5 anni P. Modesto assieme ad alcuni volontari si recano nella missione portando materiale di cancelleria per gli 800 bambini, quest’anno sono stati raccolti oltre 800 zainetti che, il 1° di aprile,partiranno con Padre Modesto e altri 5 volontari per la missione di Bafut. Ogni volontario porterà 2 valigie, piene di zainetti, da 30 Kg ciascuna, senza contare i rinnovi dei sostegni a distanza e quanto raccolto in un anno a favore della missione. E’ un’esperienza emozionante, a detta dei volontari che l’hanno già sperimentata, e molto gratificante perché i  sorrisi e l’affetto dei bambini dei villaggi riempiono il cuore e non hanno prezzo! Grazie a questo rapporto di amicizia che P. Modesto ha iniziato 5 anni fa, anche altri volontari si sono prodigati per la causa, in particolare Nonno Luciano da Collegno, il quale ritorna in Camerun dopo esserci stato circa due mesi fa quando aveva portato circa 200 divise scolastiche ai bambini, grazie a quanto era riuscito a raccogliere insegnando ai bambini delle scuole torinesi la tecnica dell’origami. Quest’anno, inoltre, si recherà in Camerun anche la sorella di Padre Modesto, Teresina, la quale abita a Lanza, un piccolo paesino della Val Non, e da sola è riuscita a raccogliere 250 zainetti mobilitando tutti i paesi limitrofi e gli alunni della scuola elementare che hanno scritto lettere piene di affetto e amicizia agli amici del Camerun.  Alla raccolta zainetti hanno collaborato anche i volontari di Millemani e Rangers di Collegno, di Sestri, della Madonnetta e alcune scuole di Castelletto. Queste  testimonianze fanno capire come il volontariato abbatta tutte le distanze e le difficoltà.Sono tutte esperienze che testimoniano la “passione per Gesù” e la “passione per la gente” e che ci hanno fatto sicuramente vivere la Pasqua in maniera più vera.  Daniela Lombardo

camerun

Author: Padre Modesto Paris

Share This Post On