Campo primavera 2017: per continuare a sognare cose grandi!

Avevo sognato da mesi di partire con il Mody One alcuni giorni prima , ma il Signore ha giocato a nascondino e questa volta, se troverò la forza mi sentirò benedetto ancora di più .
Oltre alla tematica del “Pollice in su” ci sarà una grande promessa con i colori di tutti i gruppi di Millemani e Rangers . Mi fa un po’ strano avervi invitato alla “mia”e “nostra” casa e che non troviate chi vi apre, cioè colui che vi aveva invitato. Vedo una forte presenza di Mille Maddo, di Insiemexcon:. Preparatevi a starmi ancora di più vicino se volete che il sorriso continui.
Chiedo a Spoleto , sia ai Rangers che a InSIemeVola di affidarmi a Santa Rita, la santa dei casi difficili e disperati.
A Collegno chiedo di farsi vedere di più.
A Mosaico chiedo che, con il cuore che batte sempre a mille, faccia ogni volta le attività sia giù in corderia che in Piazza Pilo formando sempre un mosaico nel cielo.
L’accoglienza sarà a furor di canederli che Teresina preparerà come presidente di Millemani Trentino.
Il programma è pronto da mesi e ognuno si è preso un sogno da realizzare.
Sogno di vedere dalla televisione l’aratura e la semina dell’orto per i campi estivi.
Altro sogno è un percorso nel bosco che costeggia il fiume Lavazzè .
La Forestale sta già lavorando per “martellar” i nostri abeti e larici.
Altro sogno sono degli assi o dei sassi con le frasi storiche che hanno solcato tutti i nostri campi.
Ai giovani Rangers dico: “Cercate di aumentare il desiderio e poi di mettere in pratica la strada unica, che porta lontano! Quella che indicate come “Unica Direzione”, sarà la strada per non far sentire nessun gruppo da solo, perché magari è piccolo. Chiedo come desiderio che le belle famiglie fresche e giovani con i loro favolosi figli passino nei gruppi di Millemani! Non potete negare questo dono ai gruppi di Millemani.
Non si tratta di rinnegare i Rangers o il Movimento Rangers, ma di portare la vostra freschezza così da sentirsi sempre nella grande famiglia.
Ci saranno anche momenti per una gita o una cena. Decisivo sarà come verranno fatte, in modo da tenere tutti uniti.
Per la Messa trovate una chiesa o un sacerdote che venga a celebrare la messa al campo sabato sera o domenica mattina.
Altro sogno sarà di veder brillare la casa di flatting e di veder splendere dentro sia la cucina che il salone a forza di olio di gomito!
Se riuscite, invitate il “nostro Panizza” che ha fatto tanto per me e per voi.
Al G.R.M. chiedo che, ora che il mio ufficietto sarà solo un museo da conservare, di aggiornarlo. Al G.R.M consegnerò una ventina di scatoloni dove ho conservato tutta la nostra storia! Apriteli e stupitevi! E passatene anche un po’ nei vari gruppi e le cose più rare portatele a Rumo e appendetele sulle pareti, sia in basso che sul soppalco.
A Guido chiedo scusa per il nuovo cellulare che mi ha regalato da poco: è spento dal pomeriggio di Pasqua! Come ho scritto, non reggo più i rapporti virtuali, mi fanno andare in crisi! Ma ti chiedo di pensare presto a un computer che possa seguire gli occhi e scrivere.
Anche le foto che metterete sui vari social non le potrò guardare! Per fortuna!
Basta che accenda la tv ci sono sogni che volano molto in basso e spesso vengono soffocati dalle spine o, peggio ancora, altri sogni volano a bassa quota per certe vertigini anche da parte di alcuni che bazzicano vicino a noi. La notizia che mi ha sconvolto e che mai pensavo di sentire, me l’ ha riferita P. Angelo: “Tutte le mattine i padri capitolari nel Brasile pregano per me”. Penso che questa notizia sia vera e che sia la riconciliazione dei miei confratelli con me, visto troppe volte fuori dal coro! Spero di trasmettere pace a tutti i rangers! Chiudo con il sogno della fondazione “P. Modesto” arrivata giusto in tempo con il “Ti ringrazio” e al Padre Nostro continuate con il “liberi dal cellulare” che ho sempre inteso come “liberaci dai finti spenti rapporti tra di noi”. Teniamo strette, magari anche grazie a qualche chiodo da piantare, le nostre panche messe sempre in cerchio e alziamoci per fare sedere al nostro posto chi entra per ultimo. Per le messe in sede fra 3-4 mesi sono certo di poter continuare sempre se voi bambini, giovani e famiglie mi state vicino, poi la messa la potrò dire a tutti i gruppi perché l’altare sarà molto in alto e a cantare saranno gli angeli.

P.Modesto

Author: Cami Bajano

Rangers GRM

Share This Post On