Chi parte.. chi arriva! Grazie!

Si parte! Ma prima vorrei dirvi due parole di ringraziamento: al Signore che mi ha permesso di stare qui con voi. Avevo paura di non farcela. Ma il vostro affetto, la vostra simpatia, il vostro impegno mi hanno fatto fare il miracolo. Dopo il campo lavoro, dopo il campo famiglie, il vostro campo ora si apre il campo con Sestri e Spoleto. Due parole al GRM. Vi ho visto molto forti e convinti. Le nuove generazioni, promettono miracoli. Li ho visti piccoli, ora cresciuti. E’il vostro momento. Crescere vuol dire mettersi in gioco. Questo abbiamo scritto sulla maglietta. “E guardo più in là” dice la canzone. Vi invito cari GRM a guardare in là,  versi Sestri, verso Collegno, verso Spoleto., E poi verso, Campina, verso il Camerun. Guardate verso Rumo, la nostra casa. Non solo a luglio! Se riuscirò scenderò con la BCS in ufficietto e vi vedrò passare allegri verso la sede. Lascerò la porta aperta, se potete entrate a farmi un saluto. Avete al fortuna della Madonnetta un posto che molti invidiano. La direzione, più stagionata, rimanga sempre a fianco ai più giovani. Camminate a fianco, non davanti o peggio ancora indietro. Lasciateli provare le emozioni della prima volta. La prima riunione, il primo bivacco. Lasciateli sognare come avete fatto voi pochi anni fa. Voi giovani, entrate ora in direzione, fate sul serio da subito. Non rimandate la partenza con la scusa dei rientri. E’ il vostro momento. Siete Voi giovani, entrate ora in direzione, fate sul serio da subito. Non rimandate la partenza con la scusa dei rientri. E’ il vostro momento. Siete il “granello di senape” poi quando cresce “diventa il più grande”. Fate, provate a fare questa esperienza. Chissà quanti bambini verranno poi da voi per essere protetti. A tutti i rengerini, i più e meno, gli help, dico siate orgogliosi di far parte dei rengers. Ditelo a casa, a scuola, in giro. Portate la promessa con voi,  “do il meglio di me” dice la canzone. Non ritardate troppo il clic che vi fa responsabili di voi stessi e poi degli altri. Non credete alla favola del tutto facile. Senza sacrifici, senza legna che brucia, nessuno si scalda e anche noi moriamo di freddo. Siete tanti, Mai così tanti e piccoli. Questa èì la garanzia che i vostri genitori credono in noi. E questo per noi è tutto! Ora due parole ai Rangers di Collegno. Vi ho visto bene, convinti. Molta amarezza in troppi che hanno lasciato. Anche per me è stato un amara sorpresa. Ma è sempre successo anche in altri gruppi. Chi rimane ha la responsabilità di tirare anche per chi ha lasciato. Ma per questo chiedo a voi di essere ancora più forti. Farò di tutto per darvi una mano.  Vi chiedo di venire alla Madonnetta, anche solo per una giornata anche pochi. Avete fatto un campo alla grande. A settembre ripartite con il programma che ieri a To Rumo avete scritto e firmato. Avete seppellito la capsula che scaverete fra cinque anni. Ci saremo tutti a festeggiare. Non trovate alibi, o scuse. Ai rangers o ci si innamora oppure diventa difficile. Partite subito a settembre con chi ci stà.  Il numero non è il solo termometro. Vi ho osservato uno per uno. Avete molti campi alle spalle, Avete un sede rimessa a nuovo, i ragazzi si avvicineranno quando vi mostrerete uniti e convinti. Non guardate a chi non c’è: non porta bene.  La festa del volontariato in Piazza Pertini è andata benissimo. Se potete andate a Messa insieme la domenica anche pochi magari con la promessa. Ho sentito del nuovo spettacolo, e magari un pulmino, anche usato. Andate in sinergia con gli adulti di inSiemeXcon:. Porta molto bene al gruppo e all’esterno ancora meglio. Due parole al Gruppo Campina Ieri sera mi avete commosso.  Ho visto dei Rangers convinti, Grazie per questa fede che avete in questo sogno che chiamiamo rangers. Sentitevi vicini a noi. Le distanze quando ci si vuole bene non si vedono. Mio riprometto di fare un viaggio se i vari dottori me lo permettono. Tutti i gruppi vi vogliono bene. E questo è la garanzia di continuità del gruppo. Grazie della vostra simpatia e affetto. Vi vogliamo tutti bene. Ora vi saluto e un arrivederci a presto. Una sola parola: Campo Unico e irripetibile. Ditelo a tutti, scrivetelo sui social. Parlatene a casa. Grazie!

si aprte

Author: Padre Modesto Paris

Share This Post On